Il tuo carrello è vuoto

Acquistare

Quantità: 0

Totale: 0,00

0

Ragusa di Dalmazia (XVI secolo)

Ragusa di Dalmazia (XVI secolo)

Oggi chiamata Dubrovnik (oppure a volte, in italiano, Ragusa di Dalmazia), questa città croata è nota per la sua architettura spettacolare e per la bellissima posizione.

Storia

Etichette

Ragusa, Dubrovnik, Croazia, mare Adriatico, Impero Bizantino, Regno d'Ungheria, Impero Asburgico, Impero austro-ungarico, Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, storia moderna, città, centro, città-stato, mar Mediterraneo, porto, fortificazione, fortezza, palazzo, torre, statua, Rinascimento, mura della città, Gotico, casa, campanile, cancello, storia, commerciante, commercio, economia

Extra correlati

Domande

  • Nel territorio di quale Paese odierno si trova Ragusa?
  • Sulla costa di quale mare era situata la città di Ragusa?
  • Qual è il soprannome di Ragusa?
  • Ragusa era la capitale...
  • La città di Ragusa divenne ricca grazie...
  • Vero o falso?\nRagusa era una delle più grandi città d'Europa nel XVI secolo.
  • Per cosa era famosa Ragusa nel XVI secolo?
  • Chi è il protettore di Ragusa?
  • Quanto sono lunghe le mura intorno alla città di ragusa?
  • Quale delle seguenti fortezze NON faceva parte dal sistema difensivo di Ragusa?
  • Qual è il nome della montagna che si trova a Ragusa?
  • Che cosa significa la parola greca da cui deriva il nome Ragusa?
  • Che cosa significa la parola di origine slava da cui deriva il nome Dubrovnik?
  • Come si chiama la strada principale di Ragusa?
  • Quale dei seguenti monumenti è un punto di riferimento della città odierna?
  • Quale dei seguenti monumenti NON è un punto di riferimento della Piazza della Loggia?
  • Secondo alcune fonti storiche di quante navi disponeva la città di Ragusa nel suo periodo di massimo splendore?
  • In quale stile fu costruito il Palazzo Sponza?
  • Cosa vi era sul sito del Palazzo di Sponza prima che questo venisse costruito?
  • Quante fortezze si trovano lungo le mura?
  • Qual è l'elemento del sistema di fortificazioni che si trova più a nord della città?
  • Quale fortezza protegge il porto?
  • Quale dei seguenti monumenti si trova all'estremità occidentale dello Stradun?
  • Qual è l'edificio più orientale di Ragusa?
  • Qual è l'edificio più occidentale di Ragusa?
  • Il mare Adriatico è un braccio...
  • Le due fontane di Onofrio portano il nome di...
  • La colonna di Orlando è la raffigurazione in pietra di...
  • Qual è il numero più alto?

Scene

Ragusa di Dalmazia

  • Monte Sergio
  • Ragusa
  • Mare Adriatico

Secondo alcune fonti storiche la città di Dubrovnik fu fondata sulla costa del Mare Adriatico nel VII secolo. Il suo antico nome era Ragusa, le cui origini sono incerte; potrebbe derivare dalla parola greca "lau", che significa rupe o scogliera. Il nome Dubrovnik, menzionato per la prima volta nel XII secolo, deriva dalla parola slava "dubrova", che significa foresta di querce.

All'inizio la città fu controllata dall'Impero Bizantino, ma dopo la presa di Costantinopoli nel 1204 da parte dei crociati Ragusa ricadde per 150 anni sotto la giurisdizione di Venezia. Fu durante questo periodo che fiorì il commercio della città.
La Repubblica di Ragusa fu fondata nel 1358. Era sotto la sovranità ungherese, tuttavia poteva prendere alcune decisioni autonome su determinate questioni.

Nel XVI secolo Ragusa si difese con successo sia contro la sua rivale Venezia che contro l'Impero Ottomano. Nel 1667 la città fu devastata da un grande terremoto. Venne quasi completamente distrutta, ma nonostante i gravi danni, fu presto ricostruita.

Ragusa cessò di essere una repubblica durante le Guerre Napoleoniche. Dopo il Congresso di Vienna fu l'Impero degli Asburgo a ottennere il controllo della città.
Quando l'Impero austro-ungarico collassò, dopo la Prima Guerra Mondiale, la città divenne parte del Regno dei Serbi, Croati e Sloveni (Regno di Jugoslavia dopo il 1929). Oggi la città, chiamata anche "perla dell'Adriatico", fa parte della Croazia, che è diventata indipendente nel 1991.

Città

  • Porta di Pile
  • Fontana Maggiore d'Onofrio
  • Porta di Ploce
  • frangiflutti
  • porto
  • Piazza della Loggia
  • mura

Mura

Le mura intorno Ragusa resero la città una delle località più efficacemente fortificate dell'Europa medievale: per secoli ricoprirono un ruolo cruciale anche nel proteggere la sovranità della città sia contro i suoi rivali (ad esempio Venezia), che contro l'Impero Ottomano.

Le mura sono lunghe 1.940 m e larghe 3-6 m. La maggior parte di questa fortificazione è stata costruita durante i secoli XIV e XV. Vi sono cinque fortezze e numerose torri e bastioni lungo le mura.

La parte lungo il lato rivolto verso la terraferma si estende dalla forte Bokar alla fortezza Revelin. Il punto più alto di questa sezione misura 25 m.

Fortificazioni

  • Fortezza Minčeta
  • Fortezza Revelin
  • Fortezza San Giovanni
  • Forte Bokar
  • Fortezza Lorenzo

La fortezza San Giovanni, chiamata anche Torre del Mulo, era uno dei tasselli più importanti del sistema di difesa della città. Il complesso monumentale acquisì la sua forma definitiva verso la metà del XVI secolo. Fu costruita nel 1557 dalla fusione di fortificazioni precedenti con l'aggiunta di nuove. Le sue funzioni principali erano la protezione del porto e il controllo del traffico marittimo.

La fortezza Revelin si trova nella parte orientale della città. Fu costruita al di fuori della Porta di Ploce per proteggere l'ingresso orientale. Assunse la sua forma definitiva nel 1549.
Il suo nome probabilmente deriva dalla parola "rivelino", termine utilizzato nell'architettura militare per riferirsi ad una fortificazione eretta di fronte al punto più vulnerabile delle mura della città.

La torre Minčeta si trova nella parte più settentrionale delle mura. Questa grande struttura difensiva circolare ha una caratteristica corona gotica. La torre, ristrutturata e rinforzata nel XV secolo, ebbe un ruolo chiave nella protezione della città dagli attacchi provenienti dalla terraferma. Nella torre vi erano nove cannoni, tra cui quello più grande, fatto di bronzo, è opera di Ivan Rabljanin, che realizzò anche la campana della torre dell'orologio della città.

Il forte Bokar fu costruito per proteggere l'ingresso occidentale della città, chiamato Porta di Pile. Questa fortezza a due livelli assunse la sua forma definitiva nella seconda metà del XVI secolo. Insieme alla Torre Minčeta ricoprì un ruolo chiave nel respingere gli attacchi provenienti da ovest.

La fortezza San Lorenzo fu costruita su una scogliera alta 37 metri. Svolse un ruolo importante nella protezione della parte occidentale della città contro gli attacchi provenienti sia dal mare che dalla terraferma. Probabilmente costruita nell'XI secolo, fu ampiamente ristrutturata nel XV e XVI secolo. La sua pianta triangolare segue la forma della scogliera. Vi sono tre terrazze armate con dieci cannoni, tra cui il più grande è chiamato "Lucertola" (Gušter).

Piazza della Loggia

  • Palazzo Sponza
  • Stradun
  • campanile
  • Fontana Minore d'Onofrio
  • Colonna di Orlando

Il Palazzo Sponza si trova sul lato Nord di Piazza della Loggia, ad una delle estremità dello Stradun. Si erge sul sito di una vecchia cisterna ("spongia"), da cui deriva il suo nome.
Questo edificio, costruito tra il 1516 e il 1522 in stile gotico e rinascimentale, ha ospitato diversi uffici, una banca, un deposito doganale, una tesoreria e un'armeria. All'interno di questa grande struttura rettangolare fu costruito un atrio. Fortunatamente, il palazzo non fu danneggiato dal terremoto del 1667.

La via principale di Ragusa, chiamata Stradun o Placa, è lunga circa 300 metri e si estende dalla Porta di Pile alla Piazza della Loggia. A ciascuna delle sue estremità, orientale ed occidentale, vi è una fontana, entrambe opere di Onofrio della Cava.
Lo Stradun divenne la via più importante della città nel XIII secolo, poiché collegava la porta orientale con quella occidentale. Fu lastricato in pietra calcarea nel 1468.

Il campanile, alto 31 metri e costruito nel 1444, è situato in Piazza della Loggia, all'estremità orientale dello Stradun. Nel 1506 (o 1509) fu aggiunta una campana di bronzo, pesante più di due tonnellate, realizzata da Ivan Rabljanin, fonditore dei cannoni della città. Quell'anno le figure di legno del campanile furono sostituite con figure bronzee. Le statue di 191 cm raffigurano soldati romani. Gli abitanti del posto li chiamano Maro e Baro o "Zelenci" (uomini verdi), a causa del caratteristico colore della patina che si forma sulla superficie del bronzo.
Assicurare l'approvvigionamento idrico alle città era di massima importanza nel Medioevo. Inizialmente per fornire acqua a Ragusa venivano impiegate cisterne. Quando la città fu colpita dalla siccità, furono le navi commerciali a portarvi acqua potabile. Nel 1436 il consiglio comunale ordinò la costruzione di un acquedotto per rifornire la città con acqua da una sorgente vicina. Una volta completato, l'architetto e scultore italiano Onofrio della Cava progettò anche due fontane. La Fontana Minore di Onofrio, situata in Piazza della Loggia ai piedi del campanile, fu costruita tra il 1440 e il 1442.

In Piazza della Loggia si erge una colonna di pietra molto particolare, chiamata Colonna di Orlando. La leggenda vuole che la figura scolpita nella colonna rappresenti il cavaliere medievale Orlando, che liberò la città dagli assedi degli arabi nel VIII secolo. La colonna fu realizzata nel 1418 da due scultori di nome Antun Dubrovčanin e Bonino di Milano.
Esistono diverse teorie intorno alla funzione della colonna. Poteva essere un luogo da cui tenere discorsi pubblici. L'apertura sulla sua parte superiore poteva essere utilizzata per tenere una bandiera. Probabilmente furono eseguite anche delle punizioni pubbliche in prossimità della colonna.

Passeggiata

Narrazione

La città medievale di Ragusa, oggi chiamata con il nome croato Dubrovnik, fu fondata sulla costa del Mare Adriatico nel VII secolo. Grazie alla sua posizione sviluppò un profittevole commercio marittimo, a cui è attribuita anche la sua ricchezza. Tuttavia, dato che era una città prospera, Ragusa fu obiettivo delle conquiste di altre nazioni.

Nel corso dei secoli gli abitanti di Ragusa edificarono una città pesantemente fortificata, estendendo il suo potere anche nelle aree circostanti. La Repubblica di Ragusa ebbe la sua età d'oro nel XVI secolo.
Ragusa era protetta da fortificazioni, tra le quali le mura della città e le fortezze.

Palazzi, chiese, piazze pubbliche, nonché il porto, mostravano quanto fosse fiorente questa città rinascimentale.
Uno dei tesori della Croazia, la Città Vecchia di Dubrovnik, è diventato patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1979.

Extra correlati

Recupero delle terre nei Paesi Bassi nel XVII secolo.

Gli abitanti della parte settentrionale d’Olanda combatterono con successo il mare fin...

Il padre delle comete: Edmond Halley

Prima del secolo XVII gli astronomi non sapevano spiegare il fenomeno delle stelle cadenti.

Collegio Calvinista di Debrecen (XVIII secolo)

Una delle più antiche scuole dell'Ungheria nella quale studiarono molti personaggi...

Elizabeth Keckley

Elizabeth Keckley riuscì a realizzare il sogno americano grazie al suo talento e alla sua...

Catamarano polinesiano

I polinesiani attraversarono enormi distanze con le loro barche particolari.

Cosacco ucraino (XVII secolo)

I cosacchi, membri di comunità militari indipendenti, ebbero un ruolo importante nella...

Castello di Eger (XVI secolo)

Il castello di Eger ottenne la sua forma finale e divenne una parte importante della...

Le grandi scoperte europee

La speranza della ricchezza, la diffusione del Cristianesimo insieme allo sviluppo della...

Added to your cart.