Il tuo carrello è vuoto

Acquistare

Quantità: 0

Totale: 0,00

0

Produzione della carta

Produzione della carta

La carta è stata inventata più di duemila anni fa.

Tecnologia

Etichette

produzione della carta, carta, produzione, cellulosa, fibra, albero, riciclaggio, estrazione del legname, diboscamento, inquinamento ambientale, beni cartacei, beta-D-glucosio, glucosio, acqua, polisaccaride, energia, ambiente, tecnica

Extra correlati

Scene

Strutture

  • l'estrazione del legname
  • fabbrica della carta
  • impianto di riciclaggio

La carta è un materiale costituto da fibre vegetali contenenti cellulosa, utilizzato per la scrittura e l'imballaggio. Le basi tecnologiche della fabbricazione odierna di carta risalgono agli inizi del II secolo, in Cina. Tuttavia, la fabbricazione della carta si è sviluppata industrialmente solo nel XIX secolo. La migliore materia prima è il legname morbido, ad esempio le betulle e le conifere. Grazie alla raccolta differenziata, è diventato possibile anche il riciclaggio della carta.

Fasi

  • rimozione della corteccia - I tronchi sono inseriti in un cilindro rotante per rimuoverne la corteccia.
  • macinazione - I tronchi vengono macinati in piccoli trucioli.
  • spappolamento - Viene aggiunta acqua ai trucioli e la mistura è bollita fino a raggiungere una pasta. Questa pasta è adatta per la fabbricazione di carta di qualità inferiore. Per la preparazione di carta di qualità superiore vengono aggiunte sostanze chimiche all'acqua e ai trucioli di legno e il tutto è bollito in contenitori pressurizzati fino al momento in cui le fibre di cellulosa si possono separare dagli altri componenti del legno.
  • pulitura della pasta - La pasta di fibre di cellulosa è lavata e setacciata.
  • raffinazione della pasta - La pasta di fibra è raffinata nuovamente, poi vari coloranti e altri additivi vi sono mischiati per ottenere la qualità e il colore desiderato.
  • setacciamento della pasta - La pasta è stesa su un setaccio per rimuovere la maggior parte dell'umidità e se ne formano strisce continue.
  • pressatura e essiccazione della carta - Rotoli asciuganti riscaldati pressano la carta facendo fuoriuscire l'acqua ed essiccandola. Allo stesso tempo, le fibre sono pressate per ottenere lo spessore desiderato.
  • appiattimento della carta - Un calandro (una serie di rulli pressanti) rende la carta liscia.
  • avvolgimento della carta su rotoli - La carta ultimata è avvolta in rotoli.

All'inizio del processo di fabbricazione della carta i tronchi sono scortecciati e sminuzzati in trucioli prima di essere miscelati con acqua per farne pasta.

Vengono poi aggiunte alla pasta sostanze chimiche, e il tutto viene cotto in un recipiente pressurizzato fino al momento in cui le fibre di cellulosa possono essere separate dalla lignina che le unisce. La pasta risultante viene poi ulteriormente pulita, setacciata e raffinata. Diversi additivi vi vengono aggiunti per ottenere la qualità e il colore desiderato.

Quando viene stesa su un setaccio, la pasta contiene una percentuale d'acqua superiore al 90%. Dopo che la pasta è stata setacciata, l'acqua residua viene rimossa con dei rulli. A questo punto le fibre formano una striscia continua di carta. Dopo l'essiccazione e la levigatura, la carta ultimata viene avvolta in rotoli e trasportata agli impianti di lavorazione.

Cellulosa

  • foglia
  • cellule vegetali
  • fibre di cellulosa

Il legno contiene circa il 50% di cellulosa, che è un costituente della parete cellulare delle piante, nonché il polisaccaride più abbondante sulla Terra.

Una molecola di cellulosa è una lunga catena lineare di diverse migliaia di unità di beta-D-glucosio. Queste lunghe catene sono disposte parallelamente le une alle altre e si legano fra loro per mezzo di legami d'idrogeno che, oltre a tenerle insieme, formano delle microfibrille. Queste poi si uniscono ulteriormente tra di loro, dando origine a fibre di cellulosa.

Prodotto finale

  • libro
  • carta per fotocopie
  • banconota
  • busta
  • scatola di cartone
  • poster

La carta è indispensabile nella nostra vita odierna; i prodotti finali della fabbricazione della carta includono elementi basilari come libri, banconote e carta da imballaggio. Tuttavia, la fabbricazione e l'uso della carta hanno un forte impatto sull'ambiente. Oltre a consumare enormi quantità di legno, la fabbricazione della carta è un processo ad alto dispendio di acqua ed energia. Sono necessari circa 2,5 kg di legna e 100 l di acqua per produrre 1 kg di carta per fotocopiare.

Riciclando carta possiamo risparmiare circa il 50% dell'energia e dell'acqua che altrimenti verrebbero utilizzate nel processo. Inoltre, più carta riciclata viene utilizzata per la fabbricazione della carta, meno alberi devono essere tagliati. Ne consegue che il riciclaggio della carta contribuisce alla conservazione dell'ambiente.

Animazione

  • l'estrazione del legname
  • fabbrica della carta
  • impianto di riciclaggio
  • rimozione della corteccia - I tronchi sono inseriti in un cilindro rotante per rimuoverne la corteccia.
  • macinazione - I tronchi vengono macinati in piccoli trucioli.
  • spappolamento - Viene aggiunta acqua ai trucioli e la mistura è bollita fino a raggiungere una pasta. Questa pasta è adatta per la fabbricazione di carta di qualità inferiore. Per la preparazione di carta di qualità superiore vengono aggiunte sostanze chimiche all'acqua e ai trucioli di legno e il tutto è bollito in contenitori pressurizzati fino al momento in cui le fibre di cellulosa si possono separare dagli altri componenti del legno.
  • pulitura della pasta - La pasta di fibre di cellulosa è lavata e setacciata.
  • raffinazione della pasta - La pasta di fibra è raffinata nuovamente, poi vari coloranti e altri additivi vi sono mischiati per ottenere la qualità e il colore desiderato.
  • setacciamento della pasta - La pasta è stesa su un setaccio per rimuovere la maggior parte dell'umidità e se ne formano strisce continue.
  • pressatura e essiccazione della carta - Rotoli asciuganti riscaldati pressano la carta facendo fuoriuscire l'acqua ed essiccandola. Allo stesso tempo, le fibre sono pressate per ottenere lo spessore desiderato.
  • appiattimento della carta - Un calandro (una serie di rulli pressanti) rende la carta liscia.
  • avvolgimento della carta su rotoli - La carta ultimata è avvolta in rotoli.
  • foglia
  • cellule vegetali
  • fibre di cellulosa
  • molecole di cellulosa - Questo polisaccaride comprende una catena di diverse migliaia di unità di glucosio lunga e lineare.
  • beta-D-glucosio - Un monosaccaride ad anello.
  • libro
  • carta per fotocopie
  • banconota
  • busta
  • scatola di cartone
  • poster

Narrazione

La carta è un materiale costituto da fibre vegetali contenenti cellulosa, utilizzato per la scrittura e l'imballaggio. Le basi tecnologiche della fabbricazione odierna di carta risalgono agli inizi del II secolo, in Cina. Tuttavia, la fabbricazione della carta si è sviluppata industrialmente solo nel XIX secolo. La migliore materia prima è il legname morbido, ad esempio le betulle e le conifere. Grazie alla raccolta differenziata, è diventato possibile anche il riciclaggio della carta.

Il legno contiene circa il 50% di cellulosa, che è un costituente della parete cellulare delle piante, nonché il polisaccaride più abbondante sulla Terra.
Una molecola di cellulosa è una lunga catena lineare di diverse migliaia di unità di beta-D-glucosio. Queste lunghe catene sono disposte parallelamente le une alle altre e si legano fra loro per mezzo di legami d'idrogeno che, oltre a tenerle insieme, formano delle microfibrille. Queste poi si uniscono ulteriormente tra di loro, dando origine a fibre di cellulosa.

All'inizio del processo di fabbricazione della carta i tronchi sono scortecciati e sminuzzati in trucioli prima di essere miscelati con acqua per farne pasta.
Vengono poi aggiunte alla pasta sostanze chimiche, e il tutto viene cotto in un recipiente pressurizzato fino al momento in cui le fibre di cellulosa possono essere separate dalla lignina che le unisce. La pasta risultante viene poi ulteriormente pulita, setacciata e raffinata. Diversi additivi vi vengono aggiunti per ottenere la qualità e il colore desiderato.

Quando viene stesa su un setaccio, la pasta contiene una percentuale d'acqua superiore al 90%. Dopo che la pasta è stata setacciata, l'acqua residua viene rimossa con dei rulli. A questo punto le fibre formano una striscia continua di carta. Dopo l'essiccazione e la levigatura, la carta ultimata viene avvolta in rotoli e trasportata agli impianti di lavorazione.

La carta è indispensabile nella nostra vita odierna; i prodotti finali della fabbricazione della carta includono elementi basilari come libri, banconote e carta da imballaggio. Tuttavia, la fabbricazione e l'uso della carta hanno un forte impatto sull'ambiente. Oltre a consumare enormi quantità di legno, la fabbricazione della carta è un processo ad alto dispendio di acqua ed energia. Sono necessari circa 2,5 kg di legna e 100 l di acqua per produrre 1 kg di carta per fotocopiare. Riciclando carta possiamo risparmiare circa il 50% dell'energia e dell'acqua che altrimenti verrebbero utilizzate nel processo. Inoltre, più carta riciclata viene utilizzata per la fabbricazione della carta, meno alberi devono essere tagliati. Ne consegue che il riciclaggio della carta contribuisce alla conservazione dell'ambiente.

Extra correlati

Cellulosa (C₆H₁₀O₅)n

Il materiale della parete cellulare e delle fibre vegetali.

Béta-D-glucosio (C₆H₁₂O₆)

È uno degli stereoisomeri del D-glucosio.

Cellobiosio (C₁₂H₂₂O₁₁)

Il cellobiosio è l'unità strutturale principale della cellulosa.

Deforestazione

La deforestazione ha un impatto negativo sull'ambiente.

Ione idrossido (OH⁻)

Ione complesso formato da una molecola di acqua a mezzo della liberazione di un protone.

Produzione del cemento

Questa scena 3D presenta le fasi del processo di produzione del cemento.

Stampa di Gutenberg (Magonza, XV secolo)

Secondo una classifica redatta dalla rivista Life, l'invenzione della stampa a caratteri mobili di Gutenberg fu l'evento più importante del secondo millennio.

Come funziona? - Penna a sfera

L'invenzione della penna a sfera ha reso più facile scrivere.

Mulino ad acqua

I macchinari destinati a sfruttare l'energia cinetica dell'acqua erano utilizzati nel Medioevo per vari scopi.

Added to your cart.