Il tuo carrello è vuoto

Acquistare

Quantità: 0

Totale: 0,00

0

Piantagione del Sud con schiavi (Stati Uniti, XIX secolo)

Piantagione del Sud con schiavi (Stati Uniti, XIX secolo)

Prima della Guerra di Secessione, l'economia degli stati meridionali degli Stati Uniti era basata sulla grande piantagione e sull'impiego di manodopera schiava.

Storia

Etichette

schiavo, schiavista, schiavitù, piantagione, stati meridionali, piantagione di cotone, proprietario terriero, cotone, USA, guerra civile

Extra correlati

Scene

Piantagione

Casa del proprietario terriero

Baracche degli schiavi

Piantagione di cotone

Animazione

Narrazione

Dopo la scoperta dell'America e la sua colonizzazione da parte dei Paesi europei, prese avvio un massiccio trasporto di schiavi dall'Africa al Nuovo Mondo. Quando gli Stati Uniti ottennero l'indipendenza, l'economia degli Stati del Sud si basava sull'agricoltura di piantagioni.

I ricchi proprietari terrieri bianchi acquistavano schiavi, considerati "strumenti parlanti", per la coltivazione delle proprie terre, mentre loro stessi godevano la comodità delle proprie case.
Le piantagioni producevano generalmente cotone, canna da zucchero o tabacco. Gli schiavi erano costretti a lavorare dall'alba al tramonto senza tregua, supervisionati da guardie armate che punivano severamente ogni minima disobbedienza.

Dopo una lunga giornata di duro lavoro fisico, gli schiavi si riposavano in capanne fatiscenti, in condizioni disumane.

La loro situazione migliorò solo a seguito della vittoria degli Stati del Nord nella Guerra di Secesione Americana, grazie agli sforzi in tal senso del presidente Lincoln. Anche se negli Stati Uniti la schiavitù è stata abolita da ben 150 anni, la discriminazione razziale nei confronti degli afroamericani resta un grave problema.

Extra correlati

I soldati della guerra civile americana

La guerra civile americana fu combattuta tra i soldati della Confederazione del Sud e dell’Unione del Nord.

Castello Esterházy (Fertőd, Ungheria)

Il complesso di edificio di stile Rococò si chiama frequentemente il “Versailles ungherese”.

Colonizzazione europea delle Americhe fino a 1763

Molti paesi europei parteciparono alla conquista del Mondo Nuovo, rendendo America un continente colorito.

Fabbrica di tessile (XIX secolo)

Grazie alle invenzioni del XVIII secolo, l’industria tessile divenne uno dei settori più importanti dell’industria.

Grandi migrazioni della storia

Nella storia dell'umanità ci sono stati grandi migrazioni dalla preistoria ai giorni nostri.

La Casa Bianca (Washington, 1800)

Uno degli edifici più noti al mondo, è la residenza ufficiale ed il luogo di lavoro principale del Presidente degli Stati Uniti.

Scoperte geografiche (XV–XVII secolo)

Scoperte geografiche leggendarie non solo ridisegnarono le mappe, ma ebbero anche un'importanza veramente fondamentale.

Jamestown (XVII secolo)

La città fondata il maggio 1607 era il primo insediamento inglese permanente sulla costa orientale dell'America del Nord.

Statua della Libertà (Nuova York)

La statua fu donata dai francesi agli Stati Uniti D'America per il centesimo anniversario dell'indipendenza.

Trebbiatrice (XIX secolo)

Questa macchina agricola è usata per separare i chicchi dalla paglia.

Campo di lavoro in Ungheria (Recsk)

Durante l'era Rákosi circa 1.500 persone furono deportate al campo di lavoro forzato noto come "gulag ungherese".

Added to your cart.