Il tuo carrello è vuoto

Acquistare

Quantità: 0

Totale: 0,00

0

Opere miliari della scultura

Opere miliari della scultura

L'animazione mostra cinque opere importanti nella storia della scultura.

Arte e immagine

Etichette

Discobolo, Venere, David, Il pensatore, Mirone, Alessandro, Afrodite, Michelangelo, Rodin, Boccioni, statua, scultura, arti visive, storia dell'arte, greco, Louvre, British Museum, Firenze, New York, futurismo, impresszionizmus, Epoca ellenistica, marmo, bronzo, arte, opera d'arte, di fama mondiale, storia, opera

Extra correlati

Scene

Discobolo

Discobolo (lanciatore del disco)

Titolo: Discobolo
Scultore: Mirone (Mirone di Eleutere)
Data di creazione: V secolo a.C.
Materiale: bronzo
Ubicazione: l'originale è andato perduto

La più famosa opera dello scultore greco antico, risalente al periodo severo della scultura greca antica, ritrae un giovane atleta colto nell'atto culminante del lancio del disco.
In linea con l'usanza dell'epoca, l'atleta è completamente nudo.
Il corpo umano è ben proporzionato e i suoi dettagli anatomici sono accurati. Nonostante la sua immobilità, la scultura è straordinariamente dinamica.
La scultura originale è andata perduto, così come tutte le altre opere di Mirone. Oggi, si possono trovare solo copie marmoree successive all'originale, come ad esempio al British Museum od al Museo Nazionale Romano.

Venere di Milo

Venere di Milo

Titolo: Venere di Milo
Scultore: Alessandro di Antiochia (?)
Data di creazione: II secolo a.C.
Materiale: marmo
Ubicazione: Museo del Louvre, Parigi, Francia

Si tratta di una delle statue più famose dell'antichità, raffigurante la dea greca dell'amore, Afrodite. Venere era il nome romano per la stessa dea. Il nome “Venere di Milo” testimonia il luogo della scoperta della scoperta.
Alta più di due metri, la statua fu scolpita nel tardo periodo ellenistico. La parte superiore del corpo della dea è nudo, mentre il suo corpo più in basso è avvolto in un mantello. Le braccia sono mancanti. Originariamente, era probabilmente in possesso di una mela d'oro regalatole da Parigi, il principe di Troia.
La grande fama della statua di marmo non dipende semplicemente dalla sua bellezza, ma deve molto anche alla propaganda francese del XIX secolo. Ancora oggi è una delle più famose statue di Venere.

David di Michelangelo

David di Michelangelo

Titolo: David
Scultore: Michelangelo Buonarroti
Data di creazione: 1503
Materiale: marmo
Luogo: Galleria dell'Accademia, Firenze, Italia

La scultura è stata scolpita da enormi blocchi di marmo di Carrara depositati nel luogo di costruzione, al Duomo di Firenze. Nel 1463, gli Operai del Duomo commissionarono allo scultore Agostino di Duccio di scolpire la figura biblica di Davide. Tuttavia, egli riuscì solo ad iniziare la sagomatura della statua. Fu Michelangelo che completò il lavoro nel XVI secolo.
Alta più di cinque metri, la statua è una delle più famose rappresentazioni di David, suggerendo forza e determinazione. Il peso di David è sulla gamba destra, che è rettilinea, mentre la gamba sinistra è in una peculiare posizione obliqua. Il ragazzo tiene una fionda con la mano sinistra, mano di grandi dimensioni. Anatomicamente corretta, la figura è dominata dalla testa rivolta a sinistra, con uno sguardo severo negli occhi.

Il pensatore

Il Pensatore


Titolo: Il Pensatore (Le Penseur)
Scultore: François-Auguste-René Rodin
Data di creazione: 1880
Materiale: bronzo
Località: Musée Rodin, Parigi,
Francia

Rodin è ampiamente considerato il padre della scultura moderna. Le sue opere mostrano tracce sia di impressionismo che di simbolismo.
Una delle opere più famose di Rodin è “Il Pensatore”. L'artista francese ha concepito la statua come una delle figure della Porta dell'Inferno, ispirata dalla Divina Commedia ma che alla fine non terminò.
Anche se Rodin ha utilizzato forme espressive dell'arte classica, la sua opera va ben oltre. Cercò infatti di esprimere un intenso sforzo mentale. La postura drammatica e ogni muscolo della figura maschile sono rivelatori di intesa concentrazione. Lo sforzo mentale è quasi palpabile.

Forme uniche della continuità nello spazio

Forme uniche della continuità nello spazio

Titolo: Forme uniche della continuità nello spazio

Scultore: Umberto Boccioni
Data di creazione: 1913
Materiale: bronzo
Ubicazione: Museum of Modern Art (New York, Stati Uniti d'America)

L'artista italiano è stato un esponente di spicco del Futurismo. Le sue opere riflettono l'esplorazione di una certa idea di movimento: simultaneità, dinamismo, linee di forza e movimento fisico. A suo parere, ogni oggetto aspira in tutte le direzioni verso l'infinito. Invece di creare figure statiche e ben equilibrate, Boccioni è volto a trasmettere la velocità e la mancanza di armonia.
Il senso di insaziabile movimento appare non solo nei suoi dipinti, ma anche nelle sue sculture. “Forme uniche di continuità nello spazio” è anche un tentativo coraggioso ed eccezionale per riprodurre il movimento spaziale in modo realistico attraverso la rappresentazione di grandi passi, utilizzando il dinamismo dei muscoli.

Animazione

Narrazione

In ogni epoca della storia, l'arte ha riflesso il modo di pensare, i desideri e le emozioni degli artisti. Certamente, tutte le singole forme di espressione artistica condividono alcuni contenuti universali.

Il Discobolo, è una statua realizzata nel V secolo a.C., durante il periodo dello Stile Severo Ellenistico. La statua originale in bronzo, è una delle opere più famose di Mirone. La scultura raffigura un giovane atleta colto nell'atto culminante del lancio del disco. I dettagli del corpo umano sono anatomicamente perfetti.
Purtroppo, la scultura originale è andata persa. Attualmente, possiamo solo ammirare delle copie in marmo successive all'originale, per esempio al British Museum e al Museo Nazionale Romano.

Scolpita nel II secolo a.C., la Venere di Milo è una delle sculture più importanti del periodo ellenistico. La seconda parte del suo nome si riferisce al suo luogo di scoperta, una piccola isola greca. La scultura è considerata una delle statue di Venere più famose al mondo. Questa statua di marmo è unica, a causa delle sue braccia mancanti.
In origine, la statua reggeva in una mano una mela d'oro, donatale dal principe di Troia. Attualmente la statua si trova a Parigi.

Analogamente alla dea dell'amore, la figura di David è sempre stata popolare tra gli scultori. Una delle più famose rappresentazioni di David è quella di Michelangelo, il maestro italiano del Rinascimento. La colossale statua è stata scolpita in marmo di Carrara nei primi anni del XVI secolo. L'opera mostra una superba precisione anatomica.

Una delle opere dello scultore francese Rodin, il Pensatore, è stata scolpita nella seconda metà del XIX secolo. Il soggetto, che rappresenta Adamo, presenta tracce sia di impressionismo che di simbolismo, stili che hanno influenzato l'artista. L'opera era originariamente parte di una commissione più grande, la creazione delle porte dell'inferno. L'imponente statua in bronzo rende l'immagine dello sforzo di pensare in una forma tangibile.

La scultura in bronzo di Umberto Boccioni, artista futurista, è un perfetto esempio di esplorazione del movimento che caratterizza il futurismo. Forme uniche della continuità nello spazio, è un tentativo riuscito all'artista per esprimere la dinamica del movimento. Creata alla vigilia della prima guerra mondiale, la scultura ritrae una figura in movimento. Invece di scolpire una forma statica ed equilibrata, Boccioni optò per raffigurare la velocità e la mancanza di armonia.

Extra correlati

Apoxyomenos croato (Atleta di Lussino)

La statua caratteristica della scultura greca antica fu trovata in fondo al mare Adriatico.

Ivan Meštrović: La storia dei croati

L'opera più famosa del leggendario scultore croato raffigura una donna in abito tradizionale.

Veneri paleolitiche

Queste statuette paleolitiche simboleggiano probabilmente la fertilità e la prosperità.

Cavaliere di Madara

Il bassorilievo scolpito nella roccia dell'altopiano di Madara a cavallo del VII e dell'VIII secolo si trova in Bulgaria.

Divinità greche

Nella mitologia greca vi erano molti dèi, diversi tra loro tanto quanto lo sono gli esseri umani.

Micene (II millennio a.C.)

La città, dalla cultura molto sviluppata, fu il primo insediamento della storia ad avere una cittadella.

Palazzo Reök (Szeged, Ungheria)

È uno degli edifici di Art Nouveau più belli di Szeged, fu disegnato da Ede Magyar.

Piazza del Duomo (Szeged, Ungheria)

Il Duomo che domina la piazza è una chiesa votiva costruita dopo la grande alluvione. Sotto i portici dei palazzi si trova la Galleria Commemorativa...

Statua della Libertà (Nuova York)

La statua fu donata dai francesi agli Stati Uniti D'America per il centesimo anniversario dell'indipendenza.

Teatro di Dioniso (Atene, IV secolo a.C.)

Il teatro, che ha una forma caratteristica e un'ottima acustica, si trovava a lato dell'Acropoli di Atene.

Teatro Olimpico (Vicenza, XVI secolo)

Il primo teatro coperto della storia moderna, costruito seguendo gli antichi stili architettonici, fu inaugurato nel 1585.

Torre pendente di Pisa (XIV secolo)

Il campanile medievale della cattedrale di Pisa è la torre pendente più famosa del mondo.

Meraviglie del mondo antico

L'unica delle sette meraviglie del mondo antico ancora esistente è la Grande Piramide di Giza.

Moai (Isola di Pasqua, XVI secolo)

Questa isola del Pacifico è famosa per le sue uniche figure umane monolitiche.

Olimpia (V secolo a.C.)

Gli eventi atletici e religiosi tenutosi nella città ogni 4 anni dal 776 a.C. fecero di questa città un centro della Grecia antica.

Acropoli (Atene, V secolo a.C.)

L'Acropoli di Atene, costruita all'epoca di Pericle, è probabilmente la cittadella più famosa del mondo.

Ceramica greca antica

I lavori dei vasai della Grecia antica sono importanti artefatti storici.

Nella bottega di Leonardo da Vinci (Firenze, XVI secolo)

Nella bottega dell'esperto universale possiamo ammirare le sue più importanti opere d'arte e ingegneria.

Tipi di colonne greche antiche

I tipi di colonna dorico, ionico e corinzio si differenziano anche per dimensioni e decorazioni.

Added to your cart.