Il tuo carrello è vuoto

Acquistare

Quantità: 0

Totale: 0,00

Il funzionamento del cannone (XVIII secolo)

Il funzionamento del cannone (XVIII secolo)

Il cannone fu un'importante arma da fuoco utilizzata a partire dall'inizio dell'era moderna, sia in ambito terrestre che navale.

Storia

Etichette

cannone, funzionamento del cannone, artiglieria, canna del cannone, affusto, palla da cannone, polvere da sparo, miccia, torcia d´accensione, arma, storia moderna, forza di spinta, borra

Extra correlati

Armi (prima guerra mondiale)

La prima guerra mondiale ha portato grandi cambiamenti nella tecnologia militare con lo sviluppo delle nuove armi.

Carrozza postale (XIX secolo)

Prima della nascita dei veicoli motorizzati, lettere e pacchi venivano consegnati al destinatario via carrozze.

Castello di Mir (XVII sec.)

Il complesso del castello di Mir, situato nell'omonima città bielorussa, fu costruito in stile gotico-rinascimentale.

Guerre napoleoniche

Napoleone I, autoproclamatosi Imperatore dei francesi, fu uno dei generali più importanti della storia.

Ruota di fuoco

L’invenzione ingegnosa di Gergely Bornemissza era veramente efficiente contro gli assedianti ottomani in 1552.

Zar russo Pietro I

Lo zar intendeva modernizzare l’Impero Russo con le riforme, sulla base dell’Europa Occidentale.

Assedio di Belgrado (4-22 luglio 1456)

Una grande battaglia nella storia dell guerre ottomano-ungheresi nel XV secolo. La campana di mezzogiorno è la commemorazione della vittoria di Belgrado.

Carri armati (Prima Guerra Mondiale)

I carri armati, sviluppati verso la metà degli anni 1910, sono diventati rapidamente le armi più importanti delle operazioni militari terrestri.

Castello di Eger (XVI secolo)

Il castello di Eger ottenne la sua forma finale e divenne una parte importante della linea di fortezze di confine verso il XVI secolo.

Fortezza gotica (Gyula, Ungheria)

Una fortezza in mattoni nel sud-est dell'Ungheria, le sue parti più antiche furono probabilmente costruite alla fine del XIV secolo.

Added to your cart.