Il tuo carrello è vuoto

Acquistare

Quantità: 0

Totale: 0,00

0

Il cavallo di Troia

Il cavallo di Troia

Secondo l´epopea di Omero la città di Troia fu conquistata con l´inganno ideato da Ulisse.

Storia

Etichette

cavallo di Troia, Troia, guerra di Troia, Omero, Ulisse, Iliade, poema epico, Menelao, Agamennone, Ilion, greci, Elena, Achille, Hellas, Asia Minore, divinità greche, Odissea, leggenda, guerriero, trucco, esercito, attacco, assedio

Extra correlati

Scene

La città di Troia

Regalo per gli dèi

Animazione

Festeggiamento

Cavallo di Troia

Di notte

Passeggiata

Narrazione

Secondo la mitologia greca, la guerra di Troia scoppiò a seguito del rapimento di Elena, la bellissima moglie di Menelao re di Sparta, da parte di Paride, principe troiano. I greci giurarono vendetta e radunarono le loro forze per marciare con un vasto esercito verso Troia, antica città dell'Asia Minore.

Cominciò un assedio spietato per la conquista della città, nota con l´antico nome di Ilion, munita di mura considerate inespugnabili. Nell'Iliade del poeta greco Omero, epopea dell'VIII secolo a. C., vengono narrati gli eventi relativi a un breve periodo della guerra, senza la descrizione della fine dell'assedio, durato dieci anni.

Secondo la leggenda Ulisse, re di Itaca che combatteva a fianco dei Greci, vide uno dei suoi soldati scolpire un cavallo di legno. Così gli venne l'idea di fare scolpire un gigantesco cavallo di legno al cui interno nascondere i soldati greci, tra cui Achille.

Le navi greche si allontanarono e approdarono su un'isola vicina, così i Troiani pensarono che i Greci avessero interrotto l'assedio della città. Sinone, soldato greco, seguendo le istruzioni di Ulisse, si finse traditore, convincendo Priamo, re di Ilion, che il cavallo fosse il regalo per gli dèi e che una volta trainato all'interno delle mura avrebbe protetto la città. Nonostante la profetessa Cassandra e Laokoon, il sacerdote di Apollo, avessero espresso la loro contrarietà, Priamo non diede retta alla loro parola.

I Troiani, nell'ebbrezza del presunto trionfo, trascinarono il cavallo di legno all'interno delle mura ed organizzarono grandi festeggiamenti. Quando si addormentarono, Sinone fece uscire i guerrieri greci dal cavallo. Essi aprirono le porte della città e diedero un segnale alla flotta ellenica. Così la città rimasta senza protezione fu vittima dell'esercito nemico e distrutta dalle fiamme.

Extra correlati

Acropoli (Atene, V secolo a.C.)

L'Acropoli di Atene, costruita all'epoca di Pericle, è probabilmente la cittadella più famosa del mondo.

Bastiglia (Parigi, XVIII secolo)

La prigione parigina divenne leggendaria dopo la Rivoluzione del 1789.

Ceramica greca antica

I lavori dei vasai della Grecia antica sono importanti artefatti storici.

Divinità greche

Nella mitologia greca vi erano molti dèi, diversi tra loro tanto quanto lo sono gli esseri umani.

Falange militare greca e macedone

La falange era una formazione militare della fanteria corazzata Greca.

Micene (II millennio a.C.)

La città, dalla cultura molto sviluppata, fu il primo insediamento della storia ad avere una cittadella.

Palazzo di Cnosso (II millennio a.C.)

Il più grande complesso edilizio dell'età del bronzo dell'antica Creta, fu probabilmente il centro della civiltà minoica.

Tesoro di Atreo (Micene, XIV secolo a.C.)

La tomba situata nella Micene antica è attribuita al re leggendario.

Tipi di colonne greche antiche

I tipi di colonna dorico, ionico e corinzio si differenziano anche per dimensioni e decorazioni.

Dedalo e Icaro

Un antico mito greco riguardante la tragedia di un padre e di suo figlio che volevano fuggire dall'isola di Creta.

Macchine d'assedio dell'antica Roma

I conquistatori romani possedevano macchine d'assedio molto efficaci, sviluppate per l'assedio delle fortezze.

Torre d’assedio Macedone (IV secolo a.C.)

L'esercito di Alessandro Magno impiegò con successo le torri d'assedio per attaccare le fortificazioni nemiche.

Added to your cart.