Il tuo carrello è vuoto

Acquistare

Quantità: 0

Totale: 0,00

0

I fiori delle angiosperme

I fiori delle angiosperme

L'animazione presenta i diversi tipi di fiori delle angiosperme.

Biologia

Etichette

fiore, infiorescenza, monocotiledoni, dicotiledone, bucaneve, prugna, noce, palla di neve, pianta di mais, pistillo, stame, sepalo, petalo, tepalo, ricettacolo, angiosperme, ovario, polline, impollinazione, pianta, biologia

Extra correlati

Scene

Fiore completo

  • dicotiledone
  • monocotiledone

L'organo riproduttivo delle angiosperme è il fiore, che consiste di un asse fiorale e foglie modificate. Se il fiore dispone di tutti i componenti floreali, è considerato completo.

L'asse floreale è costituito dal pedunculo e dal ricettacolo. Il pedunculo è un gambo che collega il fiore alla pianta, mentre il ricettacolo è l'ingrossamento apicale del pedunculo. Le foglie modificate comprendono le parti fiorali riproduttive e non riproduttive che sono tutte attaccate al ricettacolo.

I fiori di monocotiledoni e dicotiledoni si differiscono nelle parti fiorali non riproduttive che svolgono funzioni di protezione e di richiamo. Le parti fiorali non riproduttive delle dicotiledoni sono i sepali e petali. I sepali di un fiore costituiscono il calice, mentre i petali compongono la corolla.

A differenza di quello delle dicotiledoni, il fiore delle monocotiledoni consiste di un unico tipo di parte fiorale non riproduttiva, ovvero i tepali. I tepali di un fiore costituiscono il perianzio.

Lo stame e il gineceo sono rispettivamente le parti riproduttive maschili e femminili del fiore. Il gineceo è costituito da tre parti: stigma (sommità del gineceo), stile e ovario.

Lo stigma ha la funzione di accogliere il polline durante l'impollinazione. Avendo una grande superficie appiccicosa, lo stigma trattiene il polline. Il granulo pollinico raggiunge lo stigma creando un tubo pollinico che attraversa lo stile fino ad arrivare all'ovario. Gli spermatozoi viaggiano lungo il tubo pollinico nell'ovario per fecondare le cellule che si trovano lì.

Fiore incompleto

  • fiore unisessuato
  • fiore sterile
  • fiore aclamidato

I fiori che sono parzialmente o completamente sprovvisti di foglie modificate sono chiamati fiori incompleti. Se solo una delle parti riproduttive manca, il fiore è unisessuato. I fiori staminiferi o maschili sono privi di gineceo, e i fiori pistilliferi o femminili sono privi di stami.

I fiori unisessuati maschili e femminili possono essere presenti contemporaneamente su una singola pianta detta monoica. Ad esempio, il castagno, il nocciolo e il mais (presentato nell'animazione) sono piante monoiche. Se i fiori unisessuati maschili e femminili sono portati da individui vegetali distinti, la pianta è dioica. Ad esempio, i salici sono piante dioiche.

I fiori le cui parti maschili e riproduttivi femminili mancano sono chiamati fiori sterili. Ad esempio, l'infiorescenza del viburnum opulus roseum è formata da fiori sterili.

Se le parti non riproduttive del fiore sono completamente assenti, il fiore è chiamato fiore aclamidato o nudo. Ad esempio, i fiori pistilliferi del noce sono fiori aclamidati.

Extra correlati

L'ippocastano

Gli ippocastani nei parchi e in vari terreni sono uno spettacolo per la vista. Sono originari...

Il pioppo bianco

Albero forestale caratteristico delle aree golenali. Può sopravvivere a lungo in terreno saturo...

Bulbose primaverili

L'animazione presenta l'anatomia del tulipano, del narciso e del bucaneve.

Fotosintesi clorofilliana (livello elementare)

Le piante sono capaci di sintetizzare sostanze organiche (zuccheri) a partire da sostanze...

Le Pinacee

Le Pinacee costituiscono il 30% delle foreste al mondo. Sebbene siano diffuse in tutto il mondo,...

Il dente di leone

Nel mese di marzo, i bambini amano intrecciare corone di denti di leone. Scopri di più su questa...

Il melo

La mela è il frutto più conosciuto e uno dei frutti più popolari al mondo.

Melo

La mela è uno dei frutti più popolari del mondo.

Added to your cart.