Il tuo carrello è vuoto

Acquistare

Quantità: 0

Totale: 0,00

0

Formazione dello stratovulcano

Formazione dello stratovulcano

È costituito da strati sovrapposti di lava, materiali piroclastici e ceneri vulcaniche.

Geografia

Etichette

stratovulcano, vulcanismo, vulcano, cono vulcanico, magma, cratere, lava, camino, camera magmatica, tufo, materiali piroclastici, cenere, attività magmatica, roccia, natura, geografia

Extra correlati

Scene

Stratovulcano

  • cono dello stratovulcano

All'interno della Terra, nell'astenosfera scorre la roccia fusa incandescente chiamata magma che si accumula in aree specifiche chiamate camere magmatiche. Se la crosta terrestre si spacca sopra queste camere, dalla fessura escono nubi di vapori e gas che possono scoppiare. Gli strati di roccia vengono rotti a pezzi e spinti fuori, bruciando i materiali combustibili.

I piroclastici e le ceneri emesse ricadono a terra formando rocce magmatiche chiamate tufo (basaltico, andesitico o riolitico).
A causa della pressione il magma incandescente immagazzinato al di sotto viene spinto verso l'alto. L'eruzione del magma crea un cratere, poi la lava scorre lungo i pendii bruciando tutto ciò che incontra, successivamente comincia lentamente a raffreddarsi.

La lava diventa roccia vulcanica (basalto, andesite o riolite). Questo processo ricomincia dopo un periodo di inattività (che può durare anche decenni). Le eruzioni ripetute creano diversi strati di piroscalstici e di lava, formando uno stratovulcano.

Le fasi dell'attività di uno stratovulcano:
1. Spaccatura della crosta terrestre.
2. Fuoriuscita di vapori e gas caldi.
3. Eruzione di cenere e piroclasti.
4. Emissione di una colata di lava.
5. Periodo inattivo.
6. Fuoriuscita ripetuta di vapore e gas, ecc.

Definizioni:

Magma: roccia fusa, viscosa, incandescente ad alta pressione situata nell'astenosfera, costituita principalmente da silicati e sostanze gassose disciolte.

Lava: il nome che viene dato al magma vulcanico che fuoriesce in seguito ad un'eruzione vulcanica dopo che ha perso i gas. Raggiunta la superficie, la lava si raffredda e si solidifica.

Ceneri vulcaniche: minuscole particelle di rocce e minerali di origine vulcanica, espulse in aria da un'eruzione vulcanica e trasportate dal vento anche a grandi distanze.

Camino: via di collegamento verticale fra la camera magmatica e la superficie terrestre attraverso la quale il magma raggiunge la superficie.

Cratere: cavità imbutiforme che costituisce l’orifizio del camino che viene allargato dal materiale vulcanico espulso. La lava che fuoriesce solidificandosi lo rende sempre più alto.

Stratovulcano: vulcano di forma conica formato dalle attività vulcaniche ripetute periodicamente. È costituito dalla sovrapposizione di vari strati di lava solidificata e di detriti vulcanici che vengono depositati sulla superficie.

Vulcano attivo

  • magma
  • frattura/fenditura
  • camino
  • gas, vapore
  • cenere, polvere
  • materiali piroclastici
  • cratere
  • lava
  • lava solidificata
  • cenere e materiali piroclastici

Durante l'eruzione, il vulcano emette vapori e gas, seguiti da materiali piroclastici le cui dimensioni possono variare da alcuni millimetri fino a diversi metri. Nella fase successiva, la lava fuoriesce e si solidifica in superficie.

Vicino al cratere la lava solidificata si rompe e collassa, formando una cavità a forma di piatto che permette al vulcano di eruttare nello stesso punto.

Lo stratovulcano è caratterizzato da eruzioni ripetute che gli conferiscono una struttura stratificata e alternata fatta di: materiali piroclastici, cenere vulcanica e lava. Il ripetersi di questo processo forma vulcani di diverse migliaia di metri di altezza. Generalmente gli stratovulcani hanno una forma simmetrica, mentre la larghezza del cratere può raggiungere diverse centinaia di metri.

Struttura dello stratovulcano

  • camera magmatica
  • camino
  • cratere
  • lava solidificata
  • materiali piroclastici

All'interno della Terra, nell'astenosfera scorre la roccia fusa incandescente chiamata magma che si accumula in aree specifiche chiamate camere magmatiche. Se la crosta terrestre si spacca sopra queste camere, dalla fessura escono nubi di vapori e gas che possono scoppiare. Gli strati di roccia vengono rotti a pezzi e spinti fuori, bruciando i materiali combustibili.

I piroclastici e le ceneri emesse ricadono a terra formando rocce magmatiche chiamate tufo (basaltico, andesitico o riolitico).
A causa della pressione il magma incandescente immagazzinato al di sotto viene spinto verso l'alto. L'eruzione del magma crea un cratere, poi la lava scorre lungo i pendii bruciando tutto ciò che incontra, successivamente comincia lentamente a raffreddarsi.

La lava diventa roccia vulcanica (basalto, andesite o riolite). Questo processo ricomincia dopo un periodo di inattività (che può durare anche decenni). Le eruzioni ripetute creano diversi strati di piroscalstici e di lava, formando uno stratovulcano.

Le fasi dell'attività di uno stratovulcano:
1. Spaccatura della crosta terrestre.
2. Fuoriuscita di vapori e gas caldi.
3. Eruzione di cenere e piroclasti.
4. Emissione di una colata di lava.
5. Periodo inattivo.
6. Fuoriuscita ripetuta di vapore e gas, ecc.

Definizioni:

Magma: roccia fusa, viscosa, incandescente ad alta pressione situata nell'astenosfera, costituita principalmente da silicati e sostanze gassose disciolte.

Lava: il nome che viene dato al magma vulcanico che fuoriesce in seguito ad un'eruzione vulcanica dopo che ha perso i gas. Raggiunta la superficie, la lava si raffredda e si solidifica.

Ceneri vulcaniche: minuscole particelle di rocce e minerali di origine vulcanica, espulse in aria da un'eruzione vulcanica e trasportate dal vento anche a grandi distanze.

Camino: via di collegamento verticale fra la camera magmatica e la superficie terrestre attraverso la quale il magma raggiunge la superficie.

Cratere: cavità imbutiforme che costituisce l’orifizio del camino che viene allargato dal materiale vulcanico espulso. La lava che fuoriesce solidificandosi lo rende sempre più alto.

Stratovulcano: vulcano di forma conica formato dalle attività vulcaniche ripetute periodicamente. È costituito dalla sovrapposizione di vari strati di lava solidificata e di detriti vulcanici che vengono depositati sulla superficie.

Narrazione

Durante l'eruzione, il vulcano emette vapori e gas, seguiti da materiali piroclastici le cui dimensioni possono variare da alcuni millimetri fino a diversi metri. Nella fase successiva, la lava fuoriesce e si solidifica in superficie.

Vicino al cratere la lava solidificata si rompe e collassa, formando una cavità a forma di piatto che permette al vulcano di eruttare nello stesso punto.

Lo stratovulcano è caratterizzato da eruzioni ripetute che gli conferiscono una struttura stratificata e alternata fatta di: materiali piroclastici, cenere vulcanica e lava. Il ripetersi di questo processo forma vulcani di diverse migliaia di metri di altezza. Generalmente gli stratovulcani hanno una forma simmetrica, mentre la larghezza del cratere può raggiungere diverse centinaia di metri.

Extra correlati

Ciclo litogenetico

Grazie alle forze esterne e a quelle interne le rocce sono in costante cambiamento attraverso un...

Le zone climatiche delle montagne

L'altitudine sopra il livello del mare determina le zone climatiche delle montagne.

I fattori del riscaldamento

La radiazione solare, l'angolo di incidenza dei raggi solari e l'albedo terrestre sono fattori...

Il lavoro dei ghiacciai

Un ghiacciaio è una grande massa di ghiaccio che si muove continuamente, ma pianamente,...

El Niño

The El Niño phenomenon has a great effect on the Earth's climate.

Giant rivers at the Equator

The largest rivers on Earth are found in the tropical zone.

Glaciazione

L'ultima era glaciale si sarebbe conclusa circa 13 mila anni fa.

Il gas naturale ed il petrolio

Il gas naturale ed il petrolio sono oggi tra le più importanti fonti di energia e di materia prime.

Added to your cart.